Soon the english translation will be available here!

Sente l’influenza del segno zodiacale VERGINE chi è nato tra il 23 di agosto e il 22 di settembre (il primo ed ultimo giorno possono variare a seconda dell’anno), chi ha in vergine l’ascendente o Mercurio, chi ha più di due pianeti in casa sesta, chi ha Mercurio oppure Urano molto sollecitati.
La vergine è un segno umano insieme ai Gemelli e all’Acquario quest’ultimo meglio definito come Portatore di Acqua. E’ un segno femminile, per ricordare la sua accoglienza, disponibilità, sostegno a ciò che è vitale. Fin da piccola, esprime avversione verso i prepotenti, al contrario diventa premurosa verso chi è debole o in pericolo, siano animali o persone.

Spesso, in una conversazione, dice “Lo so!”, magari non è sul tutto vero, però la Vergine è una buona ascoltatrice, legge e si interessa di molto soprattutto di scienza e natura. Secondo gli esoterici, tutte le vergine nascono con un ricco bagaglio di informazioni pratiche a cui possono attingere nel corso della loro esistenza. Quando ci si mette, perché le torna utile, apprende veloce come una scheggia, rischia, si mette in gioco, diventa impavida e perde ogni timidezza.

Assomiglia un po’ a Penelope, “Fare e disfare è tutto lavorare” diceva una vergine di mia conoscenza. E in effetti, non riesce a stare ferma a lungo essendo in sintonia con il mutevole e attivo pianeta mercurio da cui assorbe intelligenza, rapidità di esecuzione, agilità e abilità manuale.

E’ vero che è perfezionista e ordinata? Sicuramente vorrebbe esserlo, ci prova, ma la perfezione non si raggiunge velocemente, prima dovrà imparare ad avere maggiore fiducia in se stessa, a non pensare di essere un genio o un nullità, dovrà confrontarsi con la materialità degli oggetti da costruire o disegnare e non solo pensare o comunicare ruolo che spetta più al mercurio giovane, quello dei gemelli. Ad ognuno il suo ruolo.

Diversamente dai Gemelli, segno di Mercurio giovane, la vergine è il Mercurio Saggio: dà il meglio quando parla poco e si muove molto, è importante che metta i puntini sulle i ma soltanto quando occorrono altrimenti meglio sorvolare. Imparerà con la saggezza degli anni ad ottimizzare il tempo, curare le attività pratiche almeno quanto quelle sociali e culturali.

E’ un segno di terra come il toro e il capricorno, perciò concreto, attratto da ciò che è tangibile, le attività con la creta o il giardinaggio, le passeggiate con i cani o la cucina con i suoi profumi e odori sono hobby che la rilassano e mettono di buon umore. Scrivere invece può aiutarla a fare ordine nei pensieri a volte attorcigliati come gli intestini.

La vergine è naturalmente portata alla medicina naturale, basta guardare i loro armadietti: se le farmacie sono chiuse e vi siete scottati, state sicuri che una vera vergine ha l’aloe o un unguento e vi consiglierà cosa è meglio fare. Questa passione per la farmacologia deriva in parte dal timore di ammalarsi, di essere in balia di qualcuno, esempio un medico che decide per lei, oppure di qualche virus che non riesce a controllare. Per questo, molto spesso, le vergini sono super informate su come mantenere il corpo in salute.

Nell’affrontare situazioni nuove, la Vergine dovrebbe prestare attenzione ai più piccoli dettagli e riconoscere così un poco delle situazioni già affrontate e da questo potrà trovare coraggio e conforto, sicurezza cioè anche nel cambiamento. Dovrebbe contestualizzare le richieste ed esprimere le esigenze personali, invece spesso non riesce a fare in modo che gli altri si mettano nei suoi panni e poi si lamenta: “non mi capisce nessuno”.

Per quanto riguarda gli abiti, nessuno vergine dirà apertamente che tiene alla moda, anche se molti stilisti hanno il sole o la luna o medium colei in. Vergine. Però, il motto non detto della vergine è “Vestiti a secondo della situazioni in cui ti troverai, perché non sai chi potresti incontrare”.

Mentre si pettinava con cura, dopo la doccia, prima di andare a letto, mio fratello della vergine tutto lindo e con un bel pigiama, sorridendo mi disse guardandomi sornione: “Eh sai, non so chi potrei incontrare in sogno!” Al contrario dei gemelli, l’umorismo della vergine è spesso legato al corpo fisico, alla gestualità, ironizzano su loro stessi, sono bravissimi ad imitare gli handicap e le piccinerie difetti degli esseri umani.

Sono convinta che chi conosce bene una vergine, può imparare migliaia molto, diventa più ordinato, capisce come risparmiare denaro o tempo, apprende cosa significa essere Umili e Veri.

NELLE RELAZIONI.
Chi è influenzato dal segno della Vergine è riservato, paziente, protettivo, con la tendenza a dare ordini, molti dicono che è “una comandina”, dà ordini, chiede favori, riesce a delegare cin estrema facilità tutto quello che non vuole imparare a fare, che le porterebbe via tempo o comporta fatica e investimento economico. Qualcuno dice che “ha il braccino corto”, ma – come dice lei stessa – tutti in qualche modo hanno guadagnato da lei/lui, nel senso che riesce sempre a dare un contraccambio nel momento del bisogno altrui, ed è assolutamente vero. Infatti, è nella natura della Vergine cercare di rendersi utile, sentirsi utile è uno dei suoi scopi nella vita, senza essere tutti Madre Teresa che ha il sole proprio in questo segno. Nelle dimostrazioni e frasi affettuose, si nota una sorta di pudore: il tocco di ironia le consente di prendere le distanze dal coinvolgimento totale che desidera e allo stesso tempo la intimorisce.
Risente molto delle relazioni che la rattristano o le danno energia, sebbene desideri essere “come tutti”, non riesce mai ad omologarsi del tutto. Pur di sentirsi l’unica mosca bianca, sarebbe disposta a colorarsi. Intellettuale, ecologista, politico, giardiniere, salvatore di foche… ha sempre un buon contatto con il regno naturale, più complesso con gli altri esseri umani.

Ha parecchi talenti e abilità, li sviluppa con costanza giorno dopo giorno, è impareggiabile nel gestire l’organizzazione della vita quotidiana, sua e non solo. Cerca di rispettare la routine, ben sapendo che succederà qualche imprevisto e sarà obbligata a ricucire situazioni molto delicate, per questo si fregia del titolo di tessitrice, “taglia e cuci” dello zodiaco. Con abnegazione, accetta e sostiene chi ama, può attendere il suo Ulisse per anni anche se non insensibile al fascino di qualche Procio belloccio.

Tendenzialmente, ma specialmente quando ama, è disponibile, amorevole, si fa in quindici per rendersi utile e mantenere le promesse. E’ convinta che, volendo, si potrebbe anche spaccare il capello in quattro, basta chiamare quattro persone. La sua logica non ha una piega, ma molte spiegazioni. Grande lavoratore, competente, ha un alto livello di sopportazione dei difetti altrui; al contrario è invece molto esigente verso se stesso e gradevolmente auto ironico. In casa si organizza con precisione quasi maniacale, spesso convinta di essere più femminile e sensibile delle sue compagne solo perché sa usare l’uncinetto e cucina ricette da chef. La donna vergine invece, non sempre prende in mano utensili maschili, preferisce l’uncinetto o al limite cucinare. A meno che non abbia un ascendente di fuoco o dominato da Marte per cui imbianca, pianta chiodi, fa l’idraulico.…

E LA MAGIA?
La vergine ha una forte parte esoterica, spesso non lo ammette facendo come San Tommaso che vuol toccare con mano prima di crederci. Non abbocca ma fa abboccare (conosciamo una nota venditrice di prodotti per dimagrire, del segno vergine). A parte le imbonitrici che esistono in ogni segno, la particolarità della Vergine è che ha un fortissimo istinto materno che riversa non sui figli, ma piuttosto sulla creazione, interessata più mistero biologico, la sua magia è sapienza, conoscenza della natura e delle manifestazioni in tutte le forme di questo processo capace di trasformare, moltiplicare la materia.