LEONE
LEONE

Leone. Un antico proverbio afferma: “Quando tanti leoni si riuniscono, il bel tempo sta arrivando”.  Il Leone è festoso, scaramantico; drammatizza per dare spettacolo e attirare l’attenzione.

Caloroso e generoso: il Leone occupa magnificamente il centro del palcoscenico, è felice di essere notato e accoglie applausi sia per la vivace parlantina, sia per i gesti eclatanti.  La notevole forza vitale lo sorregge nell’affrontare le sfide della vita.

Il pianeta del Leone è il SOLE, infatti brilla di luce propria e accetta malvolentieri un ruolo di secondo piano. Ama calcare le scene, mettersi in mostra, ricevere applausi a scena aperta, sempre convinto di non aver nulla da nascondere anzi: dice sempre di fare tutto alla luce del Sole. Qualcuno dubita, ma meglio non contrariarlo, perché se offeso sa essere molto vendicativo, a tempo debito, quando recupera lo smalto.

Il Leone è orgoglioso, non capisce le critiche specie quando mettono in dubbio il suo valore morale, l’intelligenza, la lealtà o il prestigio acquisito con pazienza e impegno costante.

Ha sempre una ragione per giustificare il suo comportamento, ma non sempre reagisce con rapidità alle critiche, perché tendenzialmente considera la questione dal suo punto di vista.

La sua sicurezza e autostima può essere scambiata per presunzione oppure orgoglio smisurato e fuori posto, ma ci tiene a difendere la sua dignità di essere umano e “regale”. Spesso, senza volerlo e senza esserne davvero cosciente, oscura tutti gli altri con la sua esuberanza o invadenza.

Come il Sole astro, può subire tempeste o “eclissi” a volte parziali, altre volte totali, sebbene oscurato da personalità momentaneamente più in vista, la sua uscita di scena dura sempre poco.

Talvolta decide in prima persona di “eclissarsi”: quando ad esempio è stanco di “fare spettacolo” sotto gli occhi di persone disattente, o per evitare discussioni sgradevoli perché non sa come difendere la sua posizione. In genere, ha bisogno di tempo per recuperare energie dopo una reale o immaginata sconfitta.

Dopo le eclissi, il Leone ritorna sulla scena con maggiore coraggio e fulgente bellezza, mostra l’innato carisma agli ammiratori e seguaci che lo circondano perché ogni Leone è protettivo, generoso, simpatico, allegro e coinvolgente.

Il Leone con pianeti in cancro o in vergine è più riservato e meno esibizionista, ma ugualmente cerca il meglio per sé e per chi ama, esempio acquistando o regalando oggetti prestigiosi.  Gratifica lo stuolo di ammiratori con sorrisi e abbracci calorosi, è un punto stabile e di riferimento per il suo stretto gruppo di sudditi fedeli che, nel corso degli anni, diventano sempre più numerosi.

Il Leone considera vero amico chi, pur conoscendo le sue debolezze e vizi privati, non lo racconta in giro, preferisce dirlo di sua spontanea volontà e al momento giusto.  Il suo punto debole è la SCHIENA, ed essere colpito alle spalle è quanto di più teme., oltre a mantenere una immagine pubblica impeccabile.

INCONTRI E SCONTRI

Il Leone aiuta volentieri, ma come l’Acquario eviterà di essere imprigionato in ritmi e schemi stabiliti da altri. Al contrario dell’Acquario, però, richiede fedeltà assoluta e rispetto palese ed è tendenzialmente più pigro.   Però se inizia a parlare, batte l’Acquario sulla quantità di parole ma è meno esagerato.

Con Ariete e Sagittario ha in comune la capacità di trasmettere coraggio, ottimismo, vitalità per affrontare e vincere ogni tipo di paura o nemico.  Però l’ariete cambia spesso méta e abitudini, non così il Leone. Il Sagittario è pungente e – pur non volendo – può farlo sentire inadeguato.  Comunque, insieme si fanno grandi risate.

È felice di sentirsi ammirato, ascoltato e seguito da Gemelli e Pesci, perché passano al Leone una grande quantità di informazioni ed emozioni. Buona amicizia coi primi, produttivi rapporti quotidiani con i secondi velati da una nota di mistero e storie magiche.

Vergine e Cancro sono segni attigui, per cui facilmente il LEONE ha qualche pianeta in questi segni e con loro condivide sentimenti o modi di pensare. Il Leone non dovrebbe sottovalutare la forza del cancro che difficilmente gli si sottomette anche se il cancro ne approfitta per brillare di luce riflessa. In comune hanno amore per l’arte e cura della propria immagine.  Il cancro, dal Leone, imparare come stare in pubblico vincendo la timidezza e il timore di essere ferito.  La vergine si mette al servizio dei Leone, ma solo quando il Leone non è prepotente e non invade gli spazi vitali dei più deboli o più taciturni.

Bilancia e Capricorno sono segni dominati da Saturno e il Sole del Leone li riscalda, li ammorbidisce, li circonda con esuberanza.  Però il Leone non approva il loro spiccato senso del dovere e li preferirebbe più spontanei e giocosi, meno critici.   Da parte loro, Bilance e Capricorno vorrebbero che il Leone fosse più maturo e rispettoso.

Il “veleno” degli Scorpione fa molto male al Leone che può trovarsi espulso dal gruppo dello scorpione proprio quando pensava di dominarlo. La loro relazione dipende in buona parte dalla onestà e rispetto dei reciproci segreti, dalla capacità di trovare argomenti di conversazione perché ad entrambi piace la narrazione di storie intense ed emotivamente un po’ tragiche o al contrario assurde.

Il toro non ama particolarmente il Leone, anche se ne ammira le doti artistiche, la capacità di auto incensarsi, rispetta e ammira la capacità leonina di educare e dirigere i figli. Tra Leone e Toro si instaura una intesa amichevole, possono aiutarsi ad avere un equilibrio emotivo stabile moderando entrambi gli eccessi del loro carattere, tipo la gelosia e certe sfrenate spese pazze. La frequentazione li spinge ad essere più autonomi.

In un ambiente nuovo, il leone si presenta con spavalderia, cerca la persona con cui sintonizzarsi e poco alla volta si conquista l’ammirazione collettiva. Quando la situazione esterna, sociale, pubblica non offre eventi notevoli a cui partecipare… il Leone preferisce dormire o godersi la stretta famiglia composta da umani e animali.

Tra i punti deboli del leone c’è la schiena e il cuore, nel senso di muscolo.

Al leone non piace … mettere in ordine, parlare dei suoi difetti e punti deboli, avere qualcuno che lo spinge a fare in fretta, fare qualcosa che non gli dà gloria ed è visto da pochi, alzarsi all’alba anche se per amore e per “la gloria” può fare tutto.

La vendetta del Leone è un terno al lotto: c’è il leone che “lava le offese” con piccinerie, gossip pesanti, offendendo davanti a terze persone; il leone più nobile ed evoluto che preferisce “oscurare” l’avversario dimostrandosi superiori, acquistando gloria e aumentando la propria regalità.

Tutti i Leoni sono creativi?  Assolutamente sì. La creatività è parte integrante della sua personalità.  Ha l’urgenza interiore di esprimere le emozioni con pennelli, con la scrittura, o la fotografia, suonando cantando ballando dirigendo orchestre o gruppi.  Sono del Leone un folto gruppo di ministri, presidenti, registi, danzatrici, scienziate, artiste, attori drammatici e/o comici, divertenti e/o molto impegnati, in ogni caso il Leone trasmette in modo efficace le passioni del cuore umano e animale.  Un po’ meno quello spirituale.

È ottimo organizzatori di feste, perché ama la celebrazione collettiva e sa essere ineccepibile maestro di cerimonia.

La regalità proviene dall’essere un misto di recita e spontaneità, amore proprio e intelligenza, auto-sicurezza e calore umano.

Il ruggito del Leone è riconoscibile anche quando parla sottovoce.  Volente o no, si aggiudica la scena, crea situazioni, si gode il momento… e poi scappa. Il Riposo gli è essenziale per tornare a brillare il giorno dopo.

Ha il sole in Leone chi è nato tra il 23 luglio e il 22 agosto. Risente della influenza di questo segno chi ha ascendente Leone o il sole congiunto all’ascendente, chi ha più di due pianeti importanti in casa quinta; chi ha il sole molto sollecitato.

RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Don`t copy text!