CAPRICORNO
CAPRICORNO

Sente maggiormente l’influenza del segno zodiacale CAPRICORNO chi è nato tra il 22 Dicembre e il 20 gennaio (il primo ed ultimo giorno possono variare a seconda di anno, ora e luogo di nascita), chi ha in capricorno l’Ascendente o Marte o Saturno, chi ha più di due pianeti in casa decima, chi ha Saturno o MC o Marte molto sollecitati o in Casa Prima e vicino l’Ascendente.

Il Capricorno è un segno dell’elemento Terra d’inverno, perciò è tendenzialmente pratico e riservato; riesce meglio nelle sue imprese quando programma, organizza e realizza i progetti mantenendo – nel team – un ruolo esecutivo e decisivo. Oppure quando agisce da solo.

Appartiene al modo cardinale perciò si mantiene aperto alle novità non dimenticando mai la solidità della tradizione a cui attinge a piene mani. Cardinale perché lascia una stagione ed entra in quella successiva.

E’ governato da due pianeti, Saturno e Marte. Saturno lo rende riflessivo, abile nella gestione del tempo tanto che con il passare degli anni ringiovanisce ed assume un carattere più espansivo e socievole. Gli dona anche la capacità si assumersi responsabilità di grande rilievo, nella sua scala di valori prima di tutto mette il dovere e spesso lo ricorda agli altri con una sua frase tipica che inizia con devi fare… mi devi…. Saturno indebolisce l’ossatura e favorisce la cronicizzazione delle malattie se non curate ai primi sintomi.
Il secondo pianeta, Marte lo spinge a fare progetti, ad agire per conquistarsi un posto importante e di rilievo nell’ambiente in cui opera. E’ un tipo di azione tendenzialmente perseverante, lungimirante, previdente perché pensa al futuro impegnandosi con costanza nel presente; infatti non crede nella fortuna ma nella capacità di dominare i propri sentimenti, emozioni, paure.

Nell’insieme, l’influenza di questi due pianeti forgia caratteri ambiziosi, capaci di modificare in modo visibile e pratico gli avvenimenti sociali e non solo quelli personali, ma il capricorno è anche attento a quanto accade nel mondo, e segue le “mode” e i comportamenti che sono veramente importanti per una grande massa di persone, scegliendo e selezionando impietosamente ciò che veramente è UTILE. Il vero Capricorno lo si riconosce nelle scelte: sceglie qualcosa di durevole, solido, essenziale, affidabile.

Interiormente nutre la passione affettiva rendendo il rapporto denso, intenso, concentrato. A scaldarsi ci mette un po’, per questo viene paragonato al diesel, e procede – nel tempo – con maggior coinvolgimento e cercando di mantenere sempre le promesse che fa. Pensa negativo, dovrebbe essere il suo motto, per preservarsi da incontri che lo deludono dato che non tutti sono altrettanto responsabili e fedeli. Occorre tener conto della sua enigmaticità, non sempre lascia capire i suoi desideri e diventa difficile penetrare nella sua mente e cuore. A volte, assomiglia ad un iceberg e, vista la situazione climatica attuale e il passaggio dei pianeti lenti in particolare Plutone nel segno (entro nel segno il 26/1/2008 e ne uscirà il 21/01/2024), inizia a sciogliersi e mostrerà la parte più tenera, dolce, emotiva, fantasiosa e – come sempre – molto pratica. Ha una natura composta da una parte di terra e una di acqua, come mostra il suo simbolo.

Il simbolo grafico del capricorno è formato dalle corna di capra su una coda di pesce arrotolata: ci ricorda la natura polivalente, terrena e magica, tanto che molti di questo segno si interessano di materie esoteriche. Molti personaggi più o meno famosi, nel campo della editoria, letteratura e arti, promuovono l’idea del magico nella nostra vita quotidiana e nel lungo percorso della esistenza. Patti Smith è una di queste, nella sua autobiografia “Just Kids” scrive delle sue esperienze con tarocchi, astrologia, e altro. J.R.R. Tolkien, nelle sue opere più famose, scrive del Signore degli Anelli: lo scrittore nacque il 3 gennaio, e possiamo pensare che gli anelli di cui parla sono quelli di Saturno. Leggendo della responsabilità, pesantezza, potere dato dall’ultimo Anello, è facile pensare al suo sole in Capricorno, ultimo e primo segno dell’anno. Oltretutto Tolkien nacque nel giorno di Giove a cui si ricollega il numero 3 e il signore degli anelli inizia proprio con una festa, appunto “gioviale”. Molto della nostra vera essenza è nelle opere che facciamo e lasciamo in memoria ai posteri.

Il vero problema del Capricorno è dare e darsi dei limiti, dire BASTA. E fare in modo che sia davvero Basta. Difficilmente comunque torna sui propri passi o recupera amori persi per strada. Non è vendicativo, aspetta! Sa che la ruota della vita gura per tutti, oggi sei in alto e domani giù e poi ancora su… e negli arcani maggiori dei Tarocchi, è la Ruota della Fortuna: si preparano bene e appena arriva l’occasione giusta, hanno l’attrezzatura e la conoscenza necessaria per sfruttare al massimo le opportunità che la vita offre loro.

Ogni occasione, per il capricorno, è un terreno di prova, un mezzo per fare un piccolo gradino alla volta e arrivare poi al successo lasciando un segno tangibile, è un segno di terra da alta montagna… dove si respira aria pura e c’è ancora l’insidioso e talvolta utile ghiaccio.

Per quanto di poche parole ed essenziali, alcuni capricorno sono proprio il contrario: amano mangiare, studiare invece di fare esercizio fisico, faticano a stare da soli, sono chiacchieroni, scelgono più volentieri il mare alla montagna, accettano e prendono tutto: in questi casi è possibile che queste persone abbiano solo il sole in capricorno e poco dell’elemento terra.

Capricorno e altri segni

Con Ariete e Scorpione ha in comune il pianeta Marte, cioè simili ma non identici stili di vita e modi di fare. L’ariete è più veloce ma si stanca prima, lo scorpione è più emotivamente coinvolgente ma fatica a cambiare. Con la Bilancia e Acquario ha in comune Saturno, la serietà nel considerare le situazioni in un’ottica temporale e responsabilizzante, ma la bilancia è indecisa e vuol fare contenti tutti mentre il capricorno parla poco delle mete che si prefigge, dà un moderato valore alle relazioni sociali così indispensabili alla bilancia. L’acquario invece è il saturno del tempo dell’Oro e dopo il lavoro si concede il riposto e relax necessario, mentre il capricorno continua a macinare, rilassandosi solo in età avanzata.
Dal Leone e dai Gemelli, entrambi segni distanti 150° con cui forma cioè aspetto di quinconce, potrà apprendere il piacere di mostrare con orgoglio il prodotto della propria attività e apprendere il valore della comunicazione sociale. Il leone gli insegnerà a oziare (ci vuole, ogni tanto), a stare sotto la luce dei riflettori (è tipico del capricorno invece lavorare al buio, quasi nascosto). Dai gemelli scoprirà come adattarsi alle situazioni che cambiano senza sentirsi infedele e senza dover necessariamente mantenere fede al rigore interiore.
Se sfidato, sa trasformare la realtà, con bugie che battono le più azzardate menzogne di ogni segno. Se vuole, il capricorno vi farà sorprese da lasciarvi a bocca aperta perché, quando ama, scatena a mille la sua fantasia e portafoglio.
Al contrario del Cancro, segno dirimpettaio distante 180 gradi, difficilmente si lamenta avendo un livello molto alto di sopportazione del dolore morale e fisico. I pesci lo possono destabilizzare e mettere ancora più a terra, per il capricorno sono troppo permalosi e sempre sul punto di intuire le mosse che il capricorno farà, ma peggio ancora, i pesci lo mettono di fronte a contorte emozioni e il capricorno fatica a seguirle tutte, non ha la stessa abilità a sganciarsi dalle situazioni difficili e imprevedibili. Però dai Pesci apprende romanticismo e morbidezza caratteriale.
La Vergine si fida della praticità e concretezza del Capricorno, sa che riesce a raggiungere mete molto elevate e questo stimola la vergine a non rinunciare, a non fingersi umile quando si crede la migliore. Il Toro lo ammira, perché il Capricorno è attivo, “si mostra” sempre integro e non accetta di essere bloccato né dalla pigrizia, né dai vizi dispendiosi, e neppure dagli affetti.
Sagittario e Capricorno stanno bene insieme qualche volta: il sagittario fa lo spaccone e passa sopra ad alcuni comportamenti, il capricorno è parco e selettivo non solo nel mangiare. Il capricorno sa dove vuole arrivare e si pone precise mete, il sagittario pensa ad andare e poi deciderà a secondo di chi e cosa incontrerà.

IDENTIKIT DI UN CAPRICORNO

  • Se vi accontentate delle briciole ma vorreste sapere come ottenere una gustosa fetta di torta…
  • se vi sentite l’ultima ruota del carro e quella della fortuna vi sembra lontanissima
  • se continuate a perdere tempo perché non riuscite a capire cosa è veramente importante ed essenziale per migliorare l’attuale tenore della vostra vita….
  • se finora avete considerato l’amore come un semplice gioco sessuale, e volete imparare a trasformarlo in un tram del desiderio che acquista lentamente velocità e potenza…
  • se dedicate troppo tempo alle vacanze, trascurando lavori di prestigio perché non vi sentite all’altezza, però avete deciso di smettere definitivamente con atteggiamenti naïf e poco professionali…
  • se avete spesso la testa per aria e rischiate di inciampare anche nei sassolini, ripetendo più volte lo stesso errore e pagando sempre di tasca vostra…
  • se volete subito almeno qualche cosa e sapete con precisione cosa…
  • se non sapete come tagliare corto, tagliare via, tagliare la testa al toro…
  • se volete apprendere l’arte del silenzio e mantenere la freddezza di fronte alle provocazioni…
  • se un avversario si incrocia con la vostra strada e vi piacerebbe vederlo chiedere pietà con le lacrime agli occhi…

parlatene con un Capricorno e seguite i suoi consigli: otterrete molto presto i risultati sperati. Siate però spontanei o la sua diffidenza gli farà pensare che volete vincerlo sul suo stesso terreno e non dirà più una parola.

 

Don`t copy text!