Sono “segnati” dall’Ariete i nati dal 20 marzo al 19 aprile, chi ha ascendente o casa I in ariete, chi nel tema di nascita ha marte o sole congiunto all’ascendente oppure molti pianeti in casa I, oppure marte forma molti aspetti con altri pianeti, oppure ha luna o marte in questo segno.

Al segno di inizio primavera e inizio Zodiaco, la tradizione abbina testardaggine, idealismo, coraggio in battaglia. Quando è in un periodo NO, l’ariete diventa guerrafondaio, prevaricatore, aggressivo senza giusta causa. Però … è sempre pronto ad ascoltare e dare un consiglio a qualsiasi ora, è leale alle sue idee più che alle persone, si sforza per agire coerentemente con quanto dice.

E’ amico appassionato, disinteressato, fedele e soprattutto leale, pronto a difendere senza calcolare se ci guadagna o ci perde.  Ama chi persegue i suoi stessi ideali di vita.  Rispetta la correttezza, ha la capacità di riconoscere gli sbagli personali ma deve essere convinto al 100% di essere dalla parte del torto, se invece lo è al 98% dibatterà fino alla sfinimento per farvi ammettere che qualche torto ce l’avete anche voi.

Sempre fiero dei figli – propri o degli amici – lascia loro grandi spazi di libertà, li stimola ad esprimere la propria creatività in qualsiasi campo scelgano di agire.

In famiglia: con i genitori ha un rapporto ambiguo, perché fatica a distaccarsi emotivamente dalla casa materna;  sfida il padre;  vorrebbe continuare a giocare coi fratelli anche quando gli faranno notare che ormai è adulto e bisogna “fare i seri”.

La teosofia afferma che questo segno è dominato dal MERCURIO DEI SAGGI.  Sebbene portato ad agire di impulso, possiede un pensiero articolato, complesso, in continuo fermento.       L’ariete è diretto, talvolta naif, semplice ma non sempliciotto:  Van Gogh, ariete di marzo, dipinse immagini mai banali anche se molto lineari: contadini, cieli soli stelle fiori case hanno l’intensità e il fervore del segno quando si sente ispirato e segue la via della spontaneità.   La mente dell’ariete elabora tattiche, è invece carente di strategia a lungo termine del resto più consone al Capricorno.    Infatti questo segno di primavera vive nel presente e nel futuro presente, o al contrario cerca di vivere l’Assoluto più lontano cioè l’IDEALE.     Il presente diventa, per ogni Ariete, di vitale importanza, è fatto di continue lotte per affermarsi e fare in modo che anche gli altri possano affermare la propria personalità. A pari merito.

Solo con il tempo, il giovane Ariete impara ad accettare il relativo e ridimensiona le sue lotte.   Riesce così ad integrare i due lontanissimi opposti fatti di “tutto o niente”.    Analizza il problema sotto diversi punti di vista, prende tempo e temporeggia, integrando in sé parte del segno opposto, cioè la BILANCIA.    Quando giunge l’illuminazione, in un nano secondo e con forza intensa e concentrata, l’ariete  passa all’azione diretta,  mostrando grande potenza difficile da arginare.     Il suo punto debole sono le gratificazioni: ai complimenti non sa proprio resistere.  e poi “vuole” (tempo IMPERATIVO) vincere, da piccolo vuole vincere ad ogni costo, da grande  potrebbe anche accontentarsi di un un secondo posto…. ma che fatica accettarlo!

L’ariete si arrabbia?  Sì, ma gli passa subito e non nutre rancore.

Cucina Bene?  Poche cose, ma buone e quasi sempre quelle in cui poco alla volta diventa un eccelso esecutore.

E ospitale?  assolutamente sì, se portate un poco di trambusto a casa sua, non si spaventa, anzi.   Vi aprirà cuore, e anche i suoi pensieri e idee.

TANTI ARIETI, TUTTI SIMILI E NON UGUALI.  VIVA LA DIFFERENZA.

Non tutti gli arieti hanno la stessa quantità di coraggio o di lealtà, dipende da anno di nascita, decade, ascendente e molti altri fattori.  Ad esempio, gli arieti anni ’50 con Urano in cancro e Nettuno in Bilancia sono decisamente più ROMANTICI E IDEALISTI  dai nati nel nuovo secolo con Urano in Ariete e Nettuno in Pesci, fantasiosi e più determinati.

I pianeti dell’ariete sono il SOLE (lealtà, calore, creatività) e MARTE (azione, passione, aggressività).  A secondo di come i pianeti sono posizionati nel cielo di nascita rendono generosi o orgogliosi,  coraggiosi o invadenti.

Tutti gli arieti, non si pentono delle decisioni prese. Sia perché preferiscono non piangere sul passato, sia perché l’entusiasmo per la vita li porta ad essere felici quando iniziano qualcosa di nuovo.

CONSIGLI  Molti arieti perdono coraggio quando devono iniziare qualcosa di veramente e assolutamente nuovo,  per questo ogni ariete dovrà  insistere e non mollare alle prime difficoltà, dovrà ricordare la gioia della vittoria  e l’entusiasmo della PRIMA VOLTA.     Se tu,  giovane ariete, devi fare un saggio di danza e ti senti intimidito dal pubblico, ricorda quante volte hai già ripetuto quel passo per cui sicuramente lo saprai fare bene.     Oppure, se parlare in pubblico ti terrorizza, fatti accompagnare da un amico e parla come fossi solo con lui.

A volte l’ariete va di fretta, lascia tutti alle spalle pur di arrivare al traguardo e battere tutti.  Ci tiene ad essere il Numero UNO.  Quando poi arriva e si accorge di essere solo,  si sente triste perché di base è molto socievole,  ha bisogno di avere dei seguaci e ama la folla.  Perciò durante la sua corsa,  è bene che l’ariete ogni tanto rallenti il passo e spetti che gli amici arrivino.

SIMBOLO DELL’ARIETE   Ariete e Capricorno sono entrambi dominati da Marte ed hanno come simbolo due corna.   Quelle dell’ariete sono ricurve ad indicare una sorta di riflessione e introversione.  Difficilmente l’ariete dice di cosa ha bisogno o cosa desidera, perché vuole fare tutto da solo e non è  disposto ad ammettere la sua debolezza.  Se chiede qualcosa, è perché ha pianeti in pesci o in casa 12 oppure perché veramente da solo non ce la fa e non ha voglia di provare, non vuole perdere tempo.   Le corna del capricorno sono dritte, rivolte verso l’alto perché cerca di situarsi su alte vette.    Le corna del toro, invece, sono una mezza luna con le punte in alto appoggiate su un cerchio.

DA COSA SI RICONOSCE L’ARIETE   Il tono di voce inizia alto e finisce sempre più basso;  cammina con la testa in avanti rispetto al resto del corpo come se volesse arrivare al futuro e arrivarci prima di altri.   Prima o poi, chiede che cosa avete intenzione di fare e parla di lavoro, evita lunghe discussioni, non riesce a rifare o ripetere la stessa cosa allo stesso modo per due volte consecutive, essendo il segno della Prima Volta.

QUANDO CERCARE  UN ARIETE 

  • Se vi sentite energeticamente scarichi e volete qualcuno che vi ridia entusiasmo facendovi pensare ad un futuro che sarà sicuramente essere migliore;
  • se cercate una persona fidata che vi aiuti a fare partire un progetto ex novo e lasci poi a voi la realizzazione concreta;
  • se fate un lavoro inadatto alle vostre capacità e volete capire chi siete e quali sono le vostre abilità non ancora completamente sfruttate;
  • se vi piacciono i corteggiamenti classici ma veloci, cercate amanti che vi accompagnino nei vostri viaggi di lavoro e di svago;
  • se pensate troppo alla casa, alla cucina, al guardaroba, al passato e ritenete sia giunto il momento di parlare e interessarvi d’altro;
  • se le lunghe riflessioni vi annoiano e siete timidi o troppo diplomatici e vorreste una volta tanto dire la verità nuda e cruda senza preoccuparvi delle conseguenze, tanto ci penserete domani;
  • se volete correre un rischio lasciandovi il peggio alle spalle con la convinzione di potere ottenere di meglio…..
  • Se le sue idee e consigli vi piacciono, approfondite il discorso: ha già pensato alle situazioni da evitare per non rimanere intrappolati in situazioni di dipendenza.